itende
  • SANREMO 2021 - Ibrahimovic e Mihajlovic a Sanremo canteranno "Io vagabondo", l'annuncio di Amadeus

    Napoli Magazine Mar 3, 2021 | 15:07 pm

    Da Federica Pellegrini ad Alberto Tomba, fino ad Alex Schwazer. Ma fra i tanti personaggi del mondo dello sport che saranno presenti all'edizione numero 71 del festival di Sanremo, il più atteso è certamente Zlatan Ibrahimovic (ospite fisso sul palco dell'Ariston). Nella serata di giovedì l'attaccante del Milan sarà affiancato dall'amico e allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic, con Amadeus - il presentatore - che nella conferenza stampa della vigilia ha svelato che i due canteranno insieme "Io vagabondo", capolavoro dei Nomadi del 1972. Amadeus ha anche aggiunto che lo svedese sarà protagonista di uno sketch con il conduttore e Fiorello sulla fede interista dei due

  • LA RASSEGNA - "Il cinema del pensiero", film e incontri per le scuole

    Napoli Magazine Mar 3, 2021 | 15:07 pm

    LA RASSEGNA - "Il cinema del pensiero", film e incontri per le scuole

    Film e incontri per riflettere su grandi temi dell'umanità e del nostro tempo con gli studenti delle scuole superiori di Napoli e provincia: torna per la seconda edizione “Il cinema del pensiero”, da venerdì 5 marzo e fino a maggio 2021, la rassegna realizzata nell'ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MIUR e MIBACT (Bando Cinema per la Scuola – Buone Pratiche, Rassegne e Festival A.S. 2018/2019), a cura di “Parallelo 41 Produzioni” e in collaborazione con l’Università degli Studi Federico II e le associazioni “Un’altra galassia” e “Astrea sentimenti di giustizia”. Dopo il successo nel 2019 con oltre cinquemila ragazzi nell’Auditorium del Complesso Universitario di San Giovanni a Teduccio, quest’anno gli studenti dell’Istituto Alberghiero Ippolito Cavalcanti, I.S.I.S. Rosario Livatino, Liceo Statale Don Lorenzo Milani, Liceo Stata Flacco, I.S.I.S. Francesco Saverio Nitti e I.I.S. Francesco Saverio Nitti di Portici potranno vedere quindici film, classici e contemporanei, attraverso la piattaforma mymovies.it e dialogare online con gli ospiti. Anche nella complessità di riprendere la rassegna, che si sperava di organizzare in presenza dopo lo stop dello scorso anno, saranno sette gli incontri in programma su zoom, con potenzialmente 500 ragazzi connessi da casa, ora che sono tutti tornati in DAD, il venerdì alle ore 10 dopo che il film è stato disponibile online per 72 ore. 

     

    Il regista Ciro D’Emilio aprirà la rassegna il 5 marzo per parlare con i ragazzi di “Un giorno all’improvviso”. Seguiranno Agostino Ferrente il 12 marzo con il film “Selfie”, Andrea D’Ambrosio il 26 marzo con “Due euro l’ora”, e a seguire in date da definirsi anche in relazione all’eventuale ritorno in presenza sia a scuola sia nelle sale, Marcello Sannino con il film “Rosa pietra stella”, Marco D’Amore per il film “Un posto sicuro” di Francesco Ghiaccio, Doriana Monaco per il suo documentario “Agalma”, Pietro Marcello e lo sceneggiatore Maurizio Braucci per il film “Martin Eden”.

     

    Disponibili per gli studenti anche altre opere: il film “Tonya” di Craig Gillespie (2017), “Cold War” di Pawel Pawlikowski, “L’insulto” di Ziad Doueiri. Inoltre saranno programmate in presenza se possibile, in relazione alle condizioni pandemiche: “L’ufficiale e la spia” di Roman Polanski, “Sorry we missed you” di Ken Loach “I Miserabili” di Ladj Ly; “The Specials - Fuori dal comune” di Olivier Nakache ed Eric Toledano e “I Cento passi” di Marco Tullio Giordana” nel ventennale del film.

     

  • FESTIVAL DI SANREMO 2021 - I Big sul palco per la prima serata

    Napoli Magazine Mar 3, 2021 | 15:07 pm

    Ai nastri di partenza Sanremo 2021 che, da oggi e per cinque serate, si terrà in un'inedita versione senza pubblico a causa della pandemia e tra imponenti misure di sicurezza. Questi i tredici Big che si esibiranno durante la prima serata del festival di Sanremo sul palco dell'Ariston in ordine alfabetico: Aiello, Arisa, Annalisa, Colapesce Dimartino, Coma_Cose, Fasma, Francesca Michielin e Fedez, Francesco Renga, Ghemon, Irama, Madame, Maneskin, Max Gazzè. Mercoledì sarà la volta di: Bugo, Gaia, Ermal Meta, Extraliscio, Gio Evan, Fulminacci, La Rappresentante di Lista, Lo Stato Sociale, Malika Ayane, Noemi, Orietta Berti, Random, Willie Peyote.

     

    Nello schema pubblicato su Twitter dall'Ufficio Stampa Rai, ecco invece l’ordine di uscita dei Campioni della prima serata di Sanremo 2021.

     

  • STRISCIA LA NOTIZIA - Tapiro numero 30 per Belén Rodríguez, fotografata al Vip Party senza mascherina: "Sono andata via prima che arrivasse la folla"

    Napoli Magazine Mar 3, 2021 | 15:07 pm

    Belén Rodríguez da record: questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) Valerio Staffelli le consegnerà il trentesimo Tapiro d’oro della carriera. La showgirl argentina, incinta di cinque mesi, è finita al centro delle polemiche perché sabato era all’inaugurazione di un locale milanese, zona Lambrate, dove più di 400 ospiti hanno ballato senza mascherine e distanziamento. Intercettata a Milano, Belén, 36 anni, ha dichiarato: «Sono andata lì per pranzo. Ero seduta in una zona riservata e la mascherina l’ho tolta solo per mangiare e scattare qualche foto. Non ho visto la folla, perché sono andata via prima che la situazione degenerasse». Con 30 Tapiri d’oro ricevuti dal 2008 a oggi, Belén è la più attapirata della storia di Striscia, seguita da Rosario Fiorello (25 Tapiri d’oro) e Antonio Cassano (15 Tapiri d’oro).

  • SANREMO 2021 - Nuove proposte: Davide Shorty favorito, la napoletana Greta Zuccoli a 8,00

    Napoli Magazine Mar 3, 2021 | 15:07 pm

    Da X-Factor a Sanremo, Davide Shorty conquista i bookmaker: per gli analisti di Stanleybet.it, il giovane cantante è favorito per la vittoria nella categoria "Nuove proposte" a 3 volte la scommessa, con Folcast (pseudonimo di Daniele Folcarelli) e Gaudiano che inseguono a 4,00, insieme al cantautore romano Wrongonyou. Si sale a 6,00 per i Dellai - i gemelli Luca e Matteo - con la napoletana Greta Zuccoli a 8,00. Chiudono a 9,00 la diciottenne forlivese Elena Faggi e il romano Avincola.

  • FESTIVAL DI SANREMO - Membro dello staff positivo al Covid, Irama stasera non canta, al suo posto Noemi

    Napoli Magazine Mar 3, 2021 | 15:07 pm

    In seguito al tampone antigenico, risultato positivo, di uno dei componenti dello staff di Irama, l’artista è stato sottoposto a tampone molecolare di verifica. Pertanto, in attesa del risultato, la sua esibizione - prevista questa sera - è stata rimandata alla seconda serata del Festival. Al suo posto – tra i 13 Campioni in gara questa sera – stasera si esibirà Noemi.

  • FESTIVAL DI SANREMO - Il tampone a cui è stato sottoposto Irama è risultato negativo

    Napoli Magazine Mar 3, 2021 | 15:07 pm

    Il tampone a cui è stato sottoposto Irama è risultato negativo. Il cantante è stato testato dopo la positività al covid riscontrata a un suo collaboratore. Lo comunicano fonti qualificate. Il risultato è giunto nel tardo pomeriggio. L'artista è stato sottoposto a tampone molecolare di verifica dopo che è risultato positivo a quello antigenico uno dei componenti dello staff del cantante. La sua esibizione - prevista questa sera - è stata rimandata alla seconda serata del Festival. Al suo posto - tra i 13 Campioni in gara questa sera - si esibirà Noemi.

  • FOTO ZOOM - Maria Mazza: "Si vive per quell’attimo prima di andare in scena"

    Napoli Magazine Mar 3, 2021 | 15:07 pm

    "Si vive per quell’attimo prima di andare in scena", scrive su Instagram la showgirl Maria Mazza pubblicando la seguente foto.

     

     

     

  • SANREMO 2021 - Giuliano Sangiorgi: "Sono sul treno, ho la felpa verde nella valigia..."

    Napoli Magazine Mar 3, 2021 | 15:07 pm

    Giuliano Sangiorgi, leader della celebre band salentina dei "Negramaro", sarà ospite sul palco del Festival di Sanremo 2021. Sangiorgi ha pubblicato un bel pensiero ed alcune foto su Facebook in vista di tale evento: "Sono sul treno che mi porta a Sanremo.
    Sì certo, prima si farà tappa a Milano per tamponi, interviste e tante piccole, grandi cose ma... non conta...
    Questo treno mi porta solo a Sanremo, di nuovo.
    La prima volta fu nel 2005. Con i negramaro in gara.
    Avevo una felpa verde, quella solita da tempo addosso e un giubbino di pelle nero, comprato “dai polacchi”.
    Andava molto di moda non essere alla moda a quei tempi, comprare abiti che nessuno poteva avere se non solo tu.
    E quindi “il mercatino dei polacchi” era una fonte inesauribile di grandi personalità da costruire a forza di jeans strappati, giacche esclusive e odorose di strada e vita, di altri.
    Si era “cool” solo se si era controtendenza, se non si seguiva la mischia, se si era “indie”, indie davvero, tipo che proprio nessuno ti teneva in considerazione fino al millesimo concerto e i giornalisti parlavano di te con non molto futuro negli occhi e pochissime parole che facevano presagire un talento.
    Tu, di base, eri giovane, troppo giovane. categoria emergenti e lo restavi fino a prova contraria, per sempre.
    Dovevi guadagnarti una menzione piccola, piccola e già ti sentivi sull’onda giusta, provavi almeno a crederci che quella fosse un’onda perfetta.
    Ma poi sprofondavi nell’oceano che non ti reggeva su quell’onda per poco più di un istante.
    Calava il silenzio e l’”hype” (questo strano mostro fagocitante del nuovo decennio, o meglio di un lustro, o meglio di oggi) non riempiva le bacheche dell’università.
    Questo lo facevano timidamente solo concerti in bianco e nero, almeno sulla locandina, che a farla a colori sarebbe costata troppo.
    E credendoci, andavi avanti con una corazza che i giovani emergenti dovevavo costruirsi per resistere alle intemperie del tempo e quelle soffiavano addosso e smussavano gli angoli per farti meglio aderire al paese “ideale”... ci mettevi una vita ma restavi nel paese reale, dove tutto era diverso e pieno di duro lavoro.
    Così dopo il millesimo concerto scegliemmo di andare a Sanremo.
    “Siete pazzi!” ci disse
    Caterina Caselli Sugar
    la nostra cara produttrice e amica.
    “Dopo tutto il lavoro in direzione contraria al mainstream, volete finire nella tana delle tigri”... la tana delle tigri, devo averla messa io nei ricordi sfalsati dalla prepotenza dell’uomo tigre e di tutti quei cartoni che si facevano sentire in tutte le mie cose.
    Avevo poco più di vent’anni... ci stava non essere svezzati ancora da tutti quei supereroi in pixel.
    Per farci vedere da un pubblico gigantesco, una volta per tutte e senza mezze misure, per accorciare le distanze, per sapere se stessimo parlando una lingua comprensibile alle generazioni contemporanee, se stessimo raccontando storie credibili non solo nostre ma aperte a finali che chiunque avrebbe potuto scrivere per sè, per tutto questo e molto altro andammo a Sanremo.
    Non sentivamo la gara perché la gara in musica è come richiedere un obiettività nel giudizio che proprio nell’arte poco esiste.
    Una canzone brutta non esiste.
    Una canzone bella non esiste.
    Una canzone inutile non resiste.
    Sentivamo solo che era il momento per capire a cosa potevamo aspirare.
    Potevamo davvero continuare a fare della musica la nostra vita?
    Avrebbe contato per tante persone o avremmo finto di essere incompresi e avremmo scritto e cantato per i muri delle nostre stanzette, piene di poster e sogni che mai avremmo raggiunto?
    Avremmo sognato in grande, o avremmo smesso di farlo?
    Volevamo sapere, avevamo bisogno di sapere.
    Non c’erano streaming e numeri da dito compulsivo per avere la possibilità di capirlo senza passare necessariamente dal confronto con il pubblico on the road.
    E i giovani non erano così agevolati. Anzi...
    Oggi è cambiato tutto, finalmente...
    E più sei giovane, più sei forte, più intorno a te non hanno nessun freno a dire cose bellissime e avere elogi da star consumate.
    Finalmente siamo nel futuro degli anni “60”.
    La rivoluzione è arrivata!
    Ci sono finalmente tutte facce nuove e i giornalisti non fanno finta di nulla, anzi... li elogiano, parlano di loro senza paura di sbilanciarsi troppo...
    Ecco, in questa nuova storia, in questo nuovo viaggio verso sanremo, sono finalmente felice che le cose siano cambiate.
    I “big” sono i giovanissimi che si sono fatti sentire in questi ultimi tempi, dei quali hanno scritto intere pagine e senza pudore nel definirli “geni”, rivoluzionari, unici e speciali li hanno finalmente osannati.
    Ecco, la rivoluzione è arrivata e si chiama musica e la musica non può essere giudicata solo in base a quanta strada hai fatto fino a questo o quel sanremo...
    Certo la musica non è nemmeno solo streaming e solitudine da cameretta...
    Ma questa è tutta un’altra storia e sono certo, che per i concerti, invece, torneranno i vecchi tempi, e in questo caso, ce li meritiamo tutti i vecchi tempi.
    Giovani e vecchi!
    Il treno mi dice di alzare il culo e scendere.
    Una gigantografia dei miei
    Negramaro
    grande quanto un grattacielo, mi accoglie a Milano.
    Sorrido e non vedo l’ora di raggiungere Sanremo.
    Ho la felpa verde nella valigia.
    Quasi quasi la indosso e vado incontro al mio destino, di nuovo.
    #sanremo2021
    #superospiti
    Sugar Music"

     


  • SANREMO 2021 - La classifica della giuria demoscopica e gli ascolti tv della prima serata

    Napoli Magazine Mar 3, 2021 | 15:07 pm

    Sono stati 11 milioni 176 mila, con uno share del 46,4 per cento gli spettatori che hanno seguito su Rai1 la prima serata di Sanremo 2021. la seconda parte è stata seguita da 4 milioni 212 mila spettatori, con uno share del 47,8 per cento.

     

    Questa la classifica, sulla base del voto della giuria demoscopica chiamata a esprimersi la prima sera, per i 13 Big che si sono esibiti. 1) ANNALISA - Dieci 2) NOEMI - Glicine 3) FASMA - Parlami 4) FRANCESCA MICHIELIN e FEDEZ - Chiamami per nome 5) FRANCESCO RENGA - Quando trovo te 6) ARISA - Potevi fare di più 7) MANESKIN - Zitti e buoni 8) MAX GAZZE' - Il farmacista 9) COLAPESCE DIMARTINO - Musica leggerissima 10) COMA_COSE - Fiamme negli occhi 11) MADAME - Voce 12) GHEMON - Momento perfetto 13) AIELLO - Ora